Chi Sono

Sono nata a Soresina un piccolo paese del Cremonese nel 1984, la mia passione per l’arte è cresciuta con me e dentro di me. La prima volta che ho preso la matita in mano ho avuto la consapevolezza che il mio percorso verso l’arte sarebbe iniziato in modo molto spontaneo e naturale.
Ho scelto di frequentare il Liceo Artistico Bruno Munari di Crema e poi ho proseguito verso l’accademia di Belle arti di Brescia (LABA) dove mi sono laureata nel 2008 in scenografia.

Da quel momento in poi il desiderio di trovare la mia strada è stato estremamente forte e la necessità di lavorare per scoprire il mio modo di esprimermi è una ricerca che ogni giorno si evolve. La mia quotidianità e gli oggetti da cui sono circondata sono un viaggio tra passato e presente, oggetti antichi carichi di storia e luoghi quasi magici hanno influito molto sul mio modo di vedere le cose. Con le mie opere cerco di reinterpretare il mondo in cui vivo, mantenendo sempre uno sguardo al passato e a quelle che sono le mie origini.

Le esperienze di lavoro che ho fatto realizzando scenografie per il teatro e la televisione mi hanno reso più consapevole e interessata a sperimentare l’arte in forme diverse.

Oggi mi concentro sulla  LUCE, su come essa interagisce sulla materia, ciò mi permette di esprimere L’ANIMA del soggetto che disegno.

Credo che ogni opera che faccio mi rappresenti e così come cambierò io, anche il mio modo di esprimermi muterà con me.

Esperienze di lavoro e di vita

La mia prima esperienza lavorativa è stata nello studio Cheli scenografie di Milano, un vecchio garage umido e gelido dove mi occupavo della progettazione e realizzazione di pupazzi, effetti speciali ed elementi per scenografie ed arredamento.  Abbiamo realizzato diversi costumi per il Gabibbo, ho partecipato all’esecuzione di decorazioni per RAI (quelli che il calcio, Xfactor) e Videotime (Paperissima e Striscia la Notizia). Una brevissima ma intensa esperienza che mi messo a contatto con un mondo che pensavo molto lontano, strano e ricco di sfaccettature com’è la TV.

Nel 2010 ho frequentato un master in DESIGN PER IL TEATRO al Politecnico in collaborazione con La Scala di Milano, in quel periodo ho visitato moltissimi teatri importanti Italiani di Opera e mi sono trovata a chiacchierare con registi, scenografi e light designer della Scala di Milano, della Fenice di Venezia, del Teatro Stabile di Genova e del Teatro Regio di Parma.

Subito dopo ( nel 2011) ho lavorato presso la Compagnia teatrale AnubiSquaw per la realizzazione delle scenografie e tecniche luci dello spettacolo “Caterina, la Reine Noire” e mi sembrava un sogno che si stava realizzando.

Dal 2011 al 20113 ho lavorato in una galleria d’arte di Milano, Movimento Arte Contemporanea, come assistente ed è stata un’esperienza che mi ha insegnato molto, durante la quale ho dovuto mettermi alla prova  trovandomi dalla parte opposta, il mio ruolo non era quello di artista, ma mi trovavo nelle vesti di “gallerista”. Ho scoperto un mondo diverso e molto complesso, farne parte mi è stato molto utile per imparare a organizzare il mio lavoro d’artista.

Da Novembre 2014 a Dicembre 2014 ho lavorato con la Cooperativa Giocolenuvole; ho tenuto un laboratorio d’arte per bambini dai 3 ai 5 anni presso l’asilo nido La Luna a Dondolo di Asciano (SI).
L’obiettivo del laboratorio era stimolare la sensibilità creativa dei bambini, offrendo loro uno spazio in cui esprimersi liberamente ed esplorare il mondo dei sensi, finalizzato alla creazione di semplici “opere d’arte” con oggetti poveri, quotidiani e di riciclo.
L’utilizzo di materiali poveri, di scarto o naturali, ha permesso di perseguire un duplice obbiettivo: da una parte potenziare ulteriormente la fantasia dei bambini, i quali hanno sperimentato come si possa dare nuova vita alle cose partendo da poco di cui si dispone; dall’altra sensibilizzare al riciclaggio e al riuso come gesti importanti per la tutela dell’ambiente, nel rispetto di ciò che la vita ci offre.

A Marzo 2015 ho collaborato con il Dottor Puccio del Centro AMA ( Antropologia del Mondo Antico) di Siena, all’interno del progetto l’Antico fa testo.
Ho lavorato con alcuni ragazzi del Liceo Classico di Bologna aiutandoli dal punto di vista artistico, teatrale e scenografico nell’ipotetica messa in scena di uno spettacolo teatrale.

About me

I was born in Soresina, a small town near Cremona in 1984, my passion for art has grown with me and within me. The first time I took a pencil in my hand  I realized that my path towards art started in a very spontaneous and natural approach. I chose to attend  the Academy of Fine Arts in Brescia (LABA) where I graduated in 2008 in Scenography .

From that moment on, the desire to find my way was extremely strong and the need to work to find my way to express myself  every day it’s very important. My daily life and the objects I’m surrounded are a journey between past and present, rich in history and magic places that have great influence on my way of seeing things. I try to reinterpret the world in which I live.

The experiences of work I did, creating scenes for the theater and television, made me more aware and interested in experiencing the art in different forms.